Sapere chi sei

Sapere chi sei di Elena Gariggio

Fare, Sentire, Essere

Sapere chi sei è la cosa più semplice e allo stesso modo più complessa. La nostra società e i ritmi che ci impone, ci richiede di essere sempre al top, efficienti, produttivi, perfetti. Se non ci adeguiamo normalmente veniamo etichettati e messi da parte o ancor peggio, noi stessi non ci sentiamo adeguati. Così accade che la maggior parte del tempo la passiamo a capire o a fare piuttosto che a sentire. Ma sentire che cosa?

Ciò che proviamo e quindi ciò che siamo. Sia le cose belle, sia le cose che non capiamo e che ci fanno star più male. Inibire le emozioni, non sentirle, non accoglierle dentro di noi in realtà ci logora nel profondo perché arriviamo a non sapere più chi siamo e cosa vogliamo.
Ciò che faccio con gli Esercizi di Bioenergetica è proprio l’integrazione tra corpo la mente e le emozioni: ciò che percepiamo, pensiamo e sentiamo a livello emozionale.

Mi ritrovo in ciò che scrive il dott. Padrini esperto in esercizi bioenergetici. Definisce questi esercizi come “tridimensionali, perché coinvolgono non solo il piano fisico (altezza e larghezza), ma anche lo spessore. Lo spessore è dato dal sentire, che predispone al contatto con il mondo emotivo. Non solo “fare” ma anche “sentire”, e quindi anche respirare: non possiamo sentire senza respirare ed è questa la via che ci permette di far scorrere l’energia dentro di noi, sciogliendo le tensioni quotidiane dell’oggi, ma predisponendo allo scioglimento anche delle tensioni e dei dolori di ieri, causa di disturbi psicosomatici”.

Non si tratta di ginnastica. Non si tratta di fare un movimento perfetto. Non si tratta di una disciplina. Non c’è competizione né perfezione.
Semplicemente siamo invitati a sentire il corpo, a sciogliere le tensioni, a sentire se ci sono stati emotivi che ci attraversano e che tutto è estremamente collegato. Sono esercizi alla portata di tutti, facili, semplici. Per come siamo capaci. Per come ci riusciamo. Senza la famigerata ansia da prestazione. Si associa la respirazione alle sensazioni che arrivano dal corpo.

E qualsiasi attività fisica che ci obbliga a respirare in modo più ampio è positiva. Se poi è collegata alla nostra sfera personale il "ciak" è fatto: ci fa sentire e sapere davvero chi siamo. 

 

Se hai domande in proposito puoi contattarmi:

  • phone +39 3497831051
  • email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scrivimi

 

Se vuoi approfondire questo articolo clicca qui: Bioenergetica: Corpo-Mente-Emozioni

Per i prossimi appuntamenti che sto proponendo clicca qui: Laboratorio di Bioenergetica

 

Votazione Globale (0)

0 su 5 stelle

Commenti

  • Nessun commento trovato
Aggiungi commento